Come NON farsi sconvolgere la vita da un cane

31 Ottobre 2018

Ciao lettore , ti do come al solito il mio più caro benvenuto nel mio blog. Quest’oggi a parlare sono proprio le mie esperienze , di brutte e di belle con il mio amico a quattro zampe , di nome Pedro. Il suo arrivo è stato scelto e premeditato , eppure , mi ha stravolto la vita. Buona lettura 

Ciao lettore , perché oggi sei qui?

Provo ad indovinare io.

E’ stato un periodo un po’ del cavolo , in cui ti sentivi tremendamente solo , in cui tutto ti sembrava grigio , e per rimediare a tale situazione di solitudine e tristezza , hai deciso di farti una compagnia , hai deciso di prendere un cane.

Scommetto che magari hai da poco cambiato casa , sei finalmente andato a vivere da solo , hai raggiunto la tua più totale indipendenza , ma ti manca sempre qualcosa ; vorresti magari avere più rumore dentro casa , vorresti un cucciolo da accudire , ma soprattutto vorresti qualcuno che ti ami incondizionatamente e che stia sempre li per te e ad aspettarti dopo una lunga e intensa giornata di studio o di lavoro.

E allora , dopo diversi giorni o settimane in cui ti interroghi su quale potrebbe essere la soluzione alla tua situazione , raggiungi la consapevolezza che probabilmente un essere umano non potrà mai fare al caso tuo perché non riesci a trattare con gli altri (leggi il mio ultimo articolo ), e quindi in definitiva decidi consapevolmente di prendere un cane.

E allora ti sei fatto un giro sui vari canili del posto , o magari hai cercato un allevamento mirato , e scorrendo le foto dei vari cuccioli sul web , ti rendi conto che solo un cucciolo potrebbe farti sentire apprezzato , amato e desiderato quanto e solo come vuoi tu.

E allora prendi questo benedettissimo cane.

Ma se sei qui è perché credo che qualcosa non sia andato come ti aspettavi , sbaglio?

hai capito che il tuo cane non ti ama abbastanza ,( forse perché sei una persona sensibile (leggi il mio articolo sulla sensibilità) , preferisce tua madre a te , non ti considera quanto tu consideri lui .

Eppure gli dai da mangiare , da bere , lo fai uscire 10 volte al giorno ..

Hai provato ad addestrarlo , hai speso un sacco di soldi ma senza arrivare a nessun risultato.

Probabilmente ti starai chiedendo , Cosa ho fatto per meritarmi questo ?

So che sei stanco e sconvolto , ma Stai tranquillo , sei solo emotivamente dipendente da lui , e ciò non va assolutamente bene , bisogna correre ai ripari.

Ma tranquillo ci sono io qui con te (se non sai ancora chi sono vedi il mio about me, e con la guida che ti sto per fornire riuscirai finalmente ad instaurare con il tuo cane il rapporto che vuoi realmente , ma senza esserne dipendente.

Con questi 3 facilissimi trucchetti potrai farti amare dal tuo cane senza farsi sconvolgere la propria vita e allo stesso tempo potrai amarlo molto di più anche te.

Quindi non perdiamo altro tempo , mettiti comodo e inizia ad imparare come NON farsi sconvolgere la vita da un cane

1)Al cane piace essere “cane”

Impara ad entrare nell’ottica che come a te piace essere trattato da persona , anche al cane piace essere trattato da cane.

L’esperienza mi insegna che il cane è perfettamente consapevole di stare alle tue dipendenze , è perfettamente conscio del fatto oltretutto di essere in una posizione inferiore rispetto a te.

E allora perché gli dai il potere di scavalcarti?

Ovviamente , se educato ad avere un padrone sottomesso , che fa di tutto per lui , se ne approfitta , ma come farebbe un qualsiasi animale.

Non essere manesco , non essere troppo duro , ma delimita i suoi spazi e le sue confidenze ,ricorda sempre che ad un cane piace avere qualcuno che lo indirizzi sulla buona strada , al cane piace avere qualcuno che gli dica cosa fare e cosa non , dopotutto è un cane !

2) Non sentirti colpevole di nulla

Scommetto che ti fai mille problemi ogni volta che devi mancare da casa per un po’ più di tempo del solito , e scommetto anche che cerchi a tutti i costi di evitare gli imprevisti perché sai che a casa c’è il tuo cane che deve mangiare , che deve uscire , che deve andare al parco ecc ecc.

La questione qui è un po’ complessa , perché è assolutamente giusto rendere conto alle proprie responsabilità , ma ciò non deve diventare un impedimento !

Se il tuo cane non esce per un volta , non succede nulla!

Sai qual è il vero segreto per farsi amare dal proprio cane ? 

Basta non farsi vedere colpevoli delle proprie scelte , devi essere più sereno , più coerente , più tranquillo. 

Se il tuo cane dovesse arrivare alla consapevolezza di essere il tuo punto debole , lui , anche qui , se ne approfitterà.

Quindi , non farti vedere debole e insicuro , ma soprattutto non esserlo nella vita in generale.

Se nutri dei grandi sensi di colpa in ogni cosa che fai , tenderai a fare sempre la scelta sbagliata , quindi , cammina a testa alta , razionalizza il problema , e vivi con molta più leggerezza!

3) Non dar retta a ciò che dice e pensa la gente 

E qui si arriva al top del top.

Lo sbaglio , a mio avviso , più grande che si possa fare in queste situazioni, è quello di lasciare parlare gli altri.

Nessuno può permettersi di dirti come devi comportarti con il tuo cane , a meno che non si stia parlando di me o di qualcuno veramente fidato. Tanto ognuno la pensa come vuole , è molto più facile dare consigli dall’alto della più totale superficialità, che stare veramente sul campo, ma questo è ovvio a tutti.

Se il tuo scopo è quello di rafforzare il rapporto con il tuo cane , devi essere il suo leader , il suo unico “Dio”, e per fare ciò potresti tranquillamente iniziare prendendo delle decisioni tue , correndo magari anche dei rischi , ma che siano tue.

Un cane avverte quando la tua opinione non è del tutto tua , ma influenzata da altri , e di conseguenza (inerente al punto 1), per tendenza puramente biologica, il cane seguirà e andrà da chi è autorevole e fermo con le proprie decisioni.

Quindi tira fuori gli attributi e prendi coraggio nelle decisioni , il tuo cane lo apprezzerà

Le mie considerazioni:

Ebbene sì caro lettore , anche per questa volta siamo giunti alla fine, ti lascio con una mia personale considerazione: Ho preso Pedro (il mio cane) in un momento della mia vita davvero brutto , e devo dire che a distanza di un anno finalmente ci amiamo come sempre ho voluto , un amore adulto e non morboso.  Oggi è il mio sorriso , ma è stato per parecchio tempo fonte di stress e insicurezze.
Ci vediamo alla prossima Grazie  Alessandro , il professorino .

Lascia un commento

Il Professorino

Il Professorino

Mi chiamo Alessandro , sono uno giovane universitario ,e mi stresso molto facilmente , poi però prendo in mano il computer e inizio a scrivere sul mio blog.
Perchè ho deciso di farlo?

About Me

Ti piace questo articolo?

Condividilo:

Articoli Correlati:

Gli altri Articoli:

La mia bulimia

Inspiegabile la sensazione di pienezza dopo aver ingerito così tanta aria che attraversa fitta la mia amarezza come se fosse una prelibatezza culinaria Mi congratulo

Read More »
Chiudi il menu