About me

Perchè ?

Perchè ho deciso di farlo?

Realizzare un sogno:

La scelta definitiva di aprire una piattaforma dove esporre i miei pensieri è arrivata dopo mesi di alti e bassi , mesi in cui costantemente mi domandavo se davvero avrei avuto la tenacia e il coraggio di parlare apertamente e senza filtri , ma dopotutto credo che anche i più grandi , nel momento in cui hanno scelto di realizzare il proprio sogno , hanno dovuto fare i conti con le proprie paure.

“Ce la farò? Mi giudicheranno ? E se va male ?” E se invece di pensare troppo , inizio e basta ? Fu decisamente questa la frase che mi dissi quel caldo pomeriggio di luglio , tra un momento di panico e un altro.

E infatti eccomi qui, a parlare proprio come avrei voluto.

Fare chiarezza:

D’altro canto , ho scelto di dire la mia anche perché , con tutta sincerità , mi ero decisamente stufato di leggere tante, troppe persone parlare di argomenti delicati con una tale e insopportabile leggerezza.

Ed è per questo che da oggi mi impegnerò nel “fare chiarezza” ; e per farlo mi servirò oltre che di tanti manuali , studi e corsi di ricerca, mi servirò soprattutto della mia personale esperienza.

Sono un ragazzo di 20 anni e per questo non posso dire di essere un veterano della vita, ma sicuramente sono un sostenitore dell’idea che certe cose, per esserne discusse ,vadano in primis testate sulla propria pelle.

Combinare una passione con il mio futuro lavoro

“voglio creare oggi , il mio business di domani”.

E’ così che parla Chiara Ferragni della sua vita / lavoro nel digital, e sinceramente , non mi sento di contraddirla.
Viviamo in un’epoca ormai in cui per lavorare e guadagnare bisogna in parte anche farsi conoscere e per quello che vorrò fare , un po’ di “followers” servono.

Questo perché sono attualmente uno studente al secondo anno di Psicologia all’università Lumsa di Roma, e in un domani spero di diventare psicoterapeuta. Tuttavia , contrariamente a quanto si possa immaginare , ho sempre detestato la figura dello psicologo, mi davano l’aria di essere finti perbenisti pronti a colpirti nei punti deboli. Fino a quando non sono andato in analisi. Inutile dire che da 5 anni a questa parte la mia vita è indiscutibilmente cambiata. E se oggi ho proprio la forza di parlare è perché qualcuno, ogni venerdì mattina alle 11:00 mi sprona a iniziare cose nuove , avventure emozionanti e perseverare laddove s’incontrano difficoltà.

In definitiva ho scelto di aprire un blog anche perché combatto contro la disoccupazione degli psicologi moderni, non a caso ho avuto l’opportunità di conoscere gente che a 40, 50 anni ha dovuto prendere un computer in mano e provare a farsi pubblicità creando blog, terapie online ecc.

E con tutta onestà non voglio incappare nel tipico stereotipo dell’italiano laureato, della serie “e adesso che mi sono laureato che faccio?”

Insomma , hai capito che voglio fare ?

Il mio obbiettivo da oggi in poi sarà proprio di riprodurre nei miei lettori la stessa euforia, la stessa “voglia di fare” che ha riprodotto in me la psicoterapia.

E se in questo momento ti starai domandando se ne valga davvero la pena seguire il blog di un ventenne che si cimenta psicologo, beh, sicuramente non ho ancora nessun titolo che certifichi l’esattezza di ciò che dico, ma ti assicuro che io ce la metterò tutta!

Perché d’altronde parleremo un po’ di me e un po’ di te, sei pronto a metterti in discussione?

Ma arriviamo alla domanda iniziale.

Sai perché ho scelto di chiamarmi così?

Da sempre mi hanno affibbiato tanti nomignoli, uno tra questi è proprio “il professorino”e oggi , guarda un po’, lo uso come punto di forza, come nome di qualcosa che spero diventi grande , grande tanto quanto era il disagio che nutrivo ogni volta che mi ci chiamavano.

Non tratto le cose con superficialità , non tratto la mia vita con disinteresse e non tratterò te con menefreghismo.

Benvenuto a casa mia lettore, benvenuto.